Home > Aree tematiche > Bisogni Educativi Speciali > Scuola in ospedale – Istruzione Domiciliare

Scuola in ospedale – Istruzione Domiciliare

Scuola in Ospedale

La presenza delle sezioni scolastiche si configurano come un aspetto del recupero globale della salute e del benessere: la scuola in ospedale porta infatti nei reparti la normalità dell’impegno scolastico.

Le aule attualmente dedicate alla scuola sono uno spazio molto funzionale, luminoso e accogliente, dotato di tutto ciò che occorre per poter svolgere le attività didattiche anche con piccoli gruppi di alunni.

I materiali, a disposizione degli alunni, librari e di facile consumo, sono adeguati alle fasce d’età più differenti; la scuola dispone anche di PC fisso, notebook portatili, stampante e registro on-line.

Le lezioni sono rivolte sia a bambine e bambini della scuola primaria, che a ragazze e ragazzi della scuola secondaria di primo grado e anche a studenti delle scuole superiori.

Il clima lavorativo è improntato a collaborazione, coordinamento, sinergia tra operatori ospedalieri e scolastici e al massimo rispetto dei ruoli e delle professionalità. Ciò risulta determinante per la flessibilità e la personalizzazione degli interventi rivolti ai degenti, nel rispetto della condizione fisica e dei tempi di lavoro in relazione alla patologia.

Questo clima contribuisce a rassicurare i piccoli pazienti che anche in ospedale è possibile ritrovare la normalità dell’impegno scolastico e che le loro abilità possono continuare a progredire anche durante il ricovero.

L’obiettivo comune è infatti il benessere dei bambini e dei ragazzi ricoverati, ai quali gli insegnanti assegnati propongono percorsi didattici personalizzati per il recupero e il consolidamento di competenze e spazi di apprendimento in cui ogni alunno possa esprimere liberamente la propria creatività.

La scuola in ospedale garantisce a bambino e ragazzi il diritto allo studio durante il ricovero, rispondendo all’esigenza di istruzione degli alunni:

  • partecipa e concorre al recupero del benessere psico-fisico globale dei piccoli e giovani degenti;
  • offre un supporto emotivo relazionale per degenti e famiglie;
  • permette di assaporare la normalità attraverso il protrarsi dei ritmi quotidiani consolidati nella realtà esterna conosciuta, quale la vita a scuola.
  • consente di costruire un ponte tra la scuola di provenienza e l’ospedale: i rapporti professionali con gli insegnanti e le segreterie didattiche sono gestiti direttamente dalla docente, anche con invio di relazioni che documentano il percorso formativo dell’alunno.

L’orario scolastico è flessibile ed è formulato in modo coerente con l’organizzazione del reparto e con i bisogni dei degenti, avendo cura di non intralciare le attività di cura.

I genitori accolgono la presenza della scuola con notevole soddisfazione e sollecitano, nella stragrande maggioranza dei casi, i propri figli ad usufruire dei momenti di scuola.

La comunicazione dell’insegnante con i genitori assume la forma di una relazione rilevante dal punto di vista emotivo e di supporto al disagio e alle preoccupazioni che accompagno il ricovero di un minore.

Il progetto giornale ‘Scuola oltre la classe’, scritto da bambini ospedalizzati, propone testi, disegni, giochi enigmistici e molto altro. Oltre a essere un’esperienza didattica per bambini e ragazzi ricoverati, serve a dare fiducia ai neo ricoverati attraverso il racconto dell’esperienza dei pari e a comunicare con i compagni che frequentano regolarmente la scuola.

Il ponte con la scuola si realizza anche con le azioni di volontariato come concerti realizzati dagli alunni di strumento in reparto, confezione di addobbi per rallegrare i reparti in occasione delle festività e interventi di studenti della scuola superiore.

SEZIONI ATTIVE per il territorio di Milano:

  • MIIC814009 IC Cavalieri – Milano Fatebenefratelli –Milano Fond. Osp. Maggiore Policlinico – Milano -Vittore Buzzi – Milano Ospedale San Raffaele –- Milano Ospedale Gaetano Pini
  • MIIC8DZ008 IC Ilaria Alpi- Milano San Paolo – Milano
  • MIIS02200C IIS Salvador Allende- Milano San Paolo – Milano
  • MIIC8C7002 IC L. Manara- Milano San Carlo – Milano
  • MIIC8D3009 IC A. Scarpa- Milano Istituto dei Tumori – Milano
  • MIIC8DF00R IC S. Pertini- Milano Ospedale Niguarda Ca’ granda – Milano
  • MIPS120003 IIS Majorana – Rho Ospedale Niguarda Ca’ granda – Milano
  • MIPS37000T LS Donatelli-Pascal- Milano Istituto dei Tumori – Milano
  • MIIC8EC00X IC Via dei gelsi _ ARESE Ospedale Salvini – Garbagnate
  • MIIC82500Q IC Balilla Paganelli –Cinisello Balsamo Ospedale Bassini – Cinisello B.mo
  • MIPS120003 LS Ettore Majorana – Rho Ospedale Salvini – Garbagnate
  • MIC8A300D IC della margherita Vizzolo Predabissi Ospedale Vizzolo Predabissi
  • MIIS02600Q IIS Cremona – Milano- Ospedale Niguarda Ca’ granda – Milano

Istruzione domiciliare

L’istruzione domiciliare si propone di garantire il diritto/dovere all’apprendimento, nonché di prevenire le difficoltà degli studenti e delle studentesse colpiti da gravi patologie o impediti a frequentare la scuola.

L’istituzione scolastica di appartenenza dell’alunno deve attivare il progetto di istruzione domiciliare (ID) quando uno studente si ammala e si prevede resti assente da scuola per un periodo superiore ai 30 giorni (anche non continuativi)

La scuola può venirne a conoscenza dalla famiglia dell’alunno malato o dalla scuola in ospedale in cui è o è stato ricoverato.

La procedura concordata a livello regionale è reperibile nel sito: http://www.hshlombardia.it/istruzione-domiciliare/

Nei casi in cui sia necessario, lo studente può sostenere a domicilio anche gli Esami di stato conclusivi del primo e del secondo ciclo di istruzione.